Scegliere la scheda madre, o motherboard, è probabilmente uno dei passi più difficili nell'acquisto dei componenti per un nuovo sistema.

I modelli in circolazione sono molti, spesso variazioni dello stesso chipset. A volte le differenze di prestazioni sono minime, e non tali da pesare sulla decisione d'acquisto.

Il suggerimento che possiamo darvi è cercare di scegliere dei modelli basati sui chipset più recenti, poiché questi offrono le funzionalità più avanzate e la compatibilità con i processori odierni e futuri.

Le differenze tra due motherboard basate sullo stesso chipset riguardano unicamente le funzionalità aggiuntive, la tipologia di componenti utilizzati, i sistemi di raffreddamento e gli accessori inclusi nella confezione.

Questi fattori possono anche raddoppiare o triplicare il prezzo di una scheda madre. Se non avete particolari necessità, non ha senso acquistare un modello dotato di controller aggiuntivi a un prezzo molto caro, poiché il modello base potrebbe offrire già tutto il necessario.

La questione cambia se siete appassionati, o se volete effettuare esperimenti di overclock, condizione in cui un sistema di alimentazione della CPU più potente o un sistema di raffreddamento di alto livello possono fare la differenza.

Tuttavia, in questo caso conoscerete già a fondo le schede madri e quello di cui avete bisogno. Tuttavia, ciò non significa che con una motherboard di basso costo l'overclock sia impossibile: ormai tutti i modelli dispongono delle funzionalità basiche che permettono di overcloccare decentemente una CPU.



In base al vostro budget, scegliete una motherboard basata sull'ultima famiglia di chipset, Intel o AMD, dotata unicamente delle caratteristiche di cui realmente necessitate, poiché non ha senso pagare di più per funzionalità che non utilizzerete.

In molti casi anche i modelli MicroATX, dal costo generalmente minore, potrebbero essere delle buone scelte






Prima di passare alla fase operativa diamo un'occhiata alla motherboard, per identificare i componenti e i connettori principali che la compongono. Il primo particolare che salta all'occhio è senza dubbio il grosso sistema di raffreddamento in rame, comprensivo di heat pipe, impiegato per raffreddare i regolatori di tensione, il Northbridge e il Southbridge.





Sulla sinistra c'è il socket che ospiterà la CPU, mentre dalla parte opposta ci sono gli slot per la scheda video e le schede di espansione. Sul bordo più corto, dalla parte degli slot di espansione, sono presenti i connettori per le porte aggiuntive (USB, Firewire, Audio), mentre lungo il bordo più lungo troviamo i connettori per hard disk e drive ottici (SATA e IDE), i connettori di alimentazione e il connettore floppy.












Dietro al socket della CPU ci sono le porte esterne, raggiungibili, una volta montato il PC, dalla parte posteriore del case. Nel nostro caso, partendo da sinistra, troviamo: PS2 per tastiera, due USB, ottico e coassiale audio, LAN e USB, FireWire ed eSata, LAN e USB, Audio.





via :tomshw.it